Gradisci ricevere
maggiori informazioni?
Clicca qui! >

Gradisci ricevere
maggiori informazioni?
Clicca qui! >

LE OPERATION

BMRPagesLE OPERATION

operation
I vertici aziendali talvolta neanche immaginano le opportunità che si celano all’interno della loro organizzazione.

Applicare piani di miglioramento dei processi che siano in perfetta coerenza tra loro, risulta spesso difficile per mancanza di tempo e/o di consapevolezza dell’importanza che un simile intervento riveste.

La prima fase della metodologia BMR consiste nell’analisi delle strategie e dei mercati in cui il Cliente opera, per poi passare alla revisione totale della sua catena del valore, attraversando fasi esecutive ben definite:

  • La comprensione dei bisogni del mercato di sbocco
  • La corrispondente capacità di soddisfacimento delle richieste del cliente finale, in particolare per quanto attiene alle componenti tecnologiche e qualitative
  • La revisione della catena distributiva, dall’analisi della filiera di fornitura alla ottimizzazione della distribuzione finale
  • Le opportunità di ottimizzazione all’interno del ciclo produttivo, con l’applicazione dei più adeguati strumenti di Lean Production.
Il valore aggiunto delle risorse esterne

Nel mercato nazionale, le imprese che hanno affrontato concretamente il tema dell’ottimizzazione della Supply Chain sono meno del 20%. Viceversa, una gran parte di loro è da tempo impegnata in progetti volti al miglioramento dei processi interni che il più delle volte abortiscono o si interrompono, senza arrivare all’obiettivo finale.

Le cause di questi frequenti insuccessi nascono essenzialmente da errori di approccio progettuale.

  • La mancanza di una visione d’insieme, necessaria per comprendere il complesso sistema di relazioni tra le diverse aree operative e le relative conseguenze dei cambiamenti nei processi aziendali tra loro interconnessi
  • Un’errata programmazione delle attività, che causa delle forti interferenze con gli obiettivi operativi di breve
  • Il mancato utilizzo di risorse esterne per condurre i team di lavoro, indispensabili per l’introduzione delle migliori competenze tecniche, e per apportare la necessaria visione asettica e d’insieme.
L’apporto di BMR

“Le imprese non possono più sostenere in autonomia l’introduzione di progetti che si sovrappongono alla operatività corrente”. Il modello BMR si basa su questo assunto, forte dei successi conseguiti coi suoi Progetti di ottimizzazione presso oltre 400 clienti.

L’esperienza, ampiamente ci dimostra ogni giorno che, per garantire il pieno successo dei progetti, le attività di programmazione e di coordinamento sono le più critiche. Le competenze tecniche sono sì importantissime, ma di più facile reperimento: la vera, decisiva, sfida consiste nel far collaborare verso obiettivi comuni le varie anime operative dell’azienda, ciascuna con i propri e diversi approcci e attitudini.

Vuoi ridurre i costi aziendali? Contattaci!

Campi obbligatori ()